Il cattivo umore può aiutarci con le nostre attività quotidiane?

Essere di cattivo umore può aiutare a svolgere meglio alcune attività. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Cattivo umore

Essere di cattivo umore può favorire le funzioni esecutive di alcune persone, come la capacità di focalizzare l'attenzione, gestire il tempo e dare priorità alle attività da svolgere. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulla rivista Personality and Individual Differences, secondo cui il buon umore potrebbe, al contrario, influenzare negativamente il lavoro di altri tipi di persone. Gli autori dello studio hanno voluto esaminare il modo in cui l'umore può influenzare la capacità di pensiero di cui abbiamo bisogno per soddisfare le richieste e gli stress della vita quotidiana.

Lo studio ha preso in esame un campione di 95 partecipanti, ognuno dei quali ha completato nove compiti e questionari distinti, al fine di misurare l'interazione tra umore, reattività emotiva, memoria di lavoro e sfide analitiche.

I nostri risultati dimostrano che ci sono alcune persone per le quali il cattivo umore può effettivamente affinare la capacità di pensiero, che è importante per la vita di tutti i giorni.

Nello specifico, essere di cattivo umore sarebbe stato utile per le persone altamente “reattive”, vale a dire per quelle che avevano delle risposte emotive rapide, intense e durature di fronte agli eventi. Gli individui con una bassa reattività hanno invece mostrato l'effetto opposto, con il cattivo umore che veniva associato a delle funzioni esecutive peggiori.

via | MedicalXpress

Foto da iStock

  • shares
  • Mail