La cannabis allevia il dolore cronico? Nessuna conferma dalla Scienza

La cannabis allevia il dolore cronico? A quanto pare no. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

cannabis

La cannabis non allevia il dolore cronico. A confermarlo è un ampio studio condotto per 4 anni, che mette in discussione le credenze popolari secondo cui l'uso di cannabis sarebbe in grado di migliorare i sintomi del dolore cronico. Per farlo, gli esperti hanno analizzato gli effetti dell'uso della cannabis per un periodo di 4 anni in un campione di oltre 1.500 partecipanti con dolore cronico non cancerogeno. Lo studio, pubblicato sul Lancet Public Health, ha analizzato l'effetto dell'uso di cannabis sulla gravità del dolore delle persone con dolore cronico che avevano assunto oppioidi con prescrizione, ed ha valutato il modo in cui il dolore avrebbe interferito con la loro vita quotidiana.

Gli esperti hanno inoltre esaminato le ragioni per le quali la gente faceva uso di cannabis, e quanto ritenessero efficace questo tipo di rimedio. Esaminando i dati, sarebbe emerso che, sebbene l'uso di cannabis fosse comune nel campione dello studio, non vi sarebbe stata alcuna evidenza che suggeriva che tale sostanza potesse offrire un reale sollievo ai pazienti. La cannabis non avrebbe ridotto la gravità del dolore dei pazienti, né fatto in modo che questo interferisse meno con la loro vita quotidiana. In effetti, è stato rivelato il contrario.

Le persone che hanno usato la cannabis hanno avuto un dolore maggiore e una minore capacità di gestire tale dolore.

spiegano infatti gli esperti.

Nonostante ciò, i pazienti hanno comunque riferito di aver percepito dei benefici grazie all’uso della cannabis.

A mano a mano che l’uso della cannabis aumenta a livello globale per scopi medicinali, è importante condurre studi clinici ben disegnati, che includano persone con comorbilità complesse, per determinare l'efficacia della cannabis per il trattamento del dolore cronico non cancerogeno.

via | MedicalNewsToday
Foto da iStock

  • shares
  • Mail