I problemi di udito sono più comuni fra le insegnanti di scuola materna

I problemi di udito sono molto comuni fra le maestre di scuola materna. Ecco perché secondo un nuovo studio.

Maestre asilo

Sette insegnanti di scuola materna su dieci soffrono di affaticamento uditivo indotto dal suono, una su due ha difficoltà a comprendere il linguaggio e quattro su dieci si sentono ipersensibili al suono. Questo è quanto emerge da un nuovo studio condotto dai membri della Sahlgrenska Academy in Svezia, i quali spiegano che questa categoria di lavoratori corre un rischio molto più alto di soffrire di sintomi sgradevoli alle orecchie rispetto a molte altre categorie.

Tra gli insegnanti della scuola materna intervistati (4.718 donne), il 71% ha sperimentato affaticamento uditivo indotto dal suono, rendendoli incapaci di ascoltare la radio, ad esempio, dopo una giornata di lavoro. Nel gruppo di controllo (composto da 4.122 donne) solo il 32% soffriva di questo problema. Quasi la metà delle donne intervistate, il 46% per l’esattezza, ha avuto problemi a comprendere le parole, rispetto al 26% di quelle del gruppo di controllo. Il 39% ha inoltre affermato che almeno una volta alla settimana ha avvertito disagio o dolore fisico alle orecchie causati dai rumori di tutti i giorni, che non erano necessariamente forti. Solo il 18% delle donne del gruppo di controllo hanno riportato tale problema.

Gli insegnanti dei bambini in età prescolare sono esposti a voci e urla che spesso trasmettono informazioni importanti, rumori ad alta intensità di comunicazione difficili da schermare. A differenza di una macchina in un ambiente industriale,

spiegano infatti gli autori dello studio

i bambini devono essere ascoltati, anche se l'udito subisce un duro colpo.

La perdita dell'udito e l'acufene rappresentavano il secondo sintomo più comune che colpiva gli insegnanti di scuola materna, ma in questo caso le differenze con le donne del gruppo di controllo non erano così marcate. I dispositivi di protezione dell'udito rappresentano normalmente l'intervento principale se il livello sonoro non può essere ridotto in altro modo, e potrebbero essere necessari se avete un bambino che piange per un'intera giornata durante il periodo introduttivo all'asilo. Gli esperti spiegano inoltre che bisogna tenere in considerazione anche i locali e l'acustica della stanza, in modo da ridurre al minimo i problemi di udito sofferti dalle maestre.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

  • shares
  • Mail