L'obesità infantile aumenta il rischio di artrite in età adulta

L’obesità infantile aumenta il rischio di soffrire di artrite alle anche e alle ginocchia da adulti. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Obesità infantile

Essere obesi o in sovrappeso in età infantile aumenta il rischio di sviluppare artrite alle anche e alle ginocchia. Sappiamo bene che l'obesità in età adulta è collegata a un aggravamento o all’insorgenza dei sintomi dell'artrite, ma una nuova ricerca suggerisce che essere obesi da bambini aumenta anche le probabilità di sviluppare l’artrite in età avanzata. La ricerca mostra infatti che il peso del bambino può aumentare le possibilità di sviluppare l'artrite dell'anca, più di quanto avvenga quando si prende in considerazione il peso in età adulta.

Lo studio dell’European League Against Rheumatism si basa sulle misurazioni dell'indice di massa corporea (BMI), ed ha rilevato che per ogni aumento di BMI in un bambino obeso, il rischio di ricevere una diagnosi di artrite al ginocchio o all'anca da adulti aumenta dello 0,6%, una percentuale significativa, secondo gli esperti.

Secondo la ricerca, non esiste invece alcun collegamento tra obesità e artrite nelle mani.

L'obesità, sia nell'infanzia che nell'età adulta, è un importante problema di salute pubblica. I nostri risultati suggeriscono che l'effetto del BMI negli adulti sembra essere più forte sulle ginocchia, mentre il BMI elevato durante l'infanzia potrebbe avere un impatto sia sull'artrosi del ginocchio che su quella dell'anca.

L'obesità può dunque aumentare il rischio di sviluppare l'artrite, perché maggiore è il peso, più le articolazioni di fianchi e ginocchia devono lavorare per sostenere tale peso corporeo.

via | DailyMail
Foto da iStock

  • shares
  • Mail