Perdita dei denti in mezza età e malattie cardiache: esiste un legame

Perdere due o più denti in mezza età è collegato a un maggior rischio di sviluppare malattie cardiache. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Denti cuore

Perdere due o più denti durante la mezza età è collegato a un maggior rischio di sviluppare malattie cardiache. Questo è quanto emerge da un nuovo studio condotto dai membri della Tulane University su un campione di quasi 61.000 adulti di età compresa tra i 45 e i 69 anni. Lo studio ha raccolto due serie di dati a partire dal 1986 e dal 1992, ed ha fatto emergere un dato importante. Il rischio di malattia coronarica aumenta di quasi un quarto tra gli adulti che avevano 25-32 denti naturali all'inizio dello studio - la maggior parte degli adulti ha 32 denti - ma ne ha persi due durante il periodo di ricerca.

Ciò accadrebbe a prescindere dal numero di denti naturali che una persona ha in età adulta o se presenta fattori di rischio tipici per le malattie cardiovascolari, come una dieta poco sana o condizioni di salute come l'ipertensione.

Secondo gli esperti, alla base di questa associazione potrebbe esservi il fatto che i batteri potrebbero spostarsi dalle infezioni della bocca ed arrivare al flusso sanguigno, causando infiammazione nei vasi sanguigni, una condizione associata allo sviluppo di malattie cardiache.

via | DailyMail
Foto da iStock

  • shares
  • Mail