Diabete di tipo 2: fare colazione tardi aumenta il rischio di obesità

Un nuovo studio rivela che fare colazione tardi aumenta il rischio di obesità per le persone con diabete di tipo 2.

Orario colazione

Fare colazione tardi può aumentare il rischio di obesità per le persone con diabete di tipo 2. Essere delle persone più “nottambule” è collegato a indici di massa corporea più alti tra le persone con diabete di tipo 2, e fare colazione più tardi nel corso della giornata sembrerebbe essere ciò che può causare tale associazione. Per giungere a questa conclusione, i membri dell’Università dell'Illinois al Chicago College of Medicine hanno raccolto dati in merito all’orario in cui 210 partecipanti andavano a letto, quelli in cui si alzavano la mattina, quando facevano colazione e cenavano, i livelli di attività fisica, il peso corporeo e così via.

Tra i partecipanti, 97 avevano preferenze “serali” e 113 erano invece più mattinieri. I primi tendevano a fare colazione fra le 7.30 e le 9.00, mentre i secondi facevano colazione tra le 7:00 e le 8:30 del mattino. Ebbene, i ricercatori hanno scoperto che essere delle persone più “nottambule” sarebbe stato associato a un BMI più alto, e questo fattore sembrerebbe essere collegato all’orario in cui i partecipanti facevano colazione.

Fare colazione tardi è un nuovo fattore di rischio associato a un BMI più alto tra le persone con diabete di tipo 2

hanno fatto sapere gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista Diabetic Medicine

Resta da verificare se fare colazione prima aiuterà queste persone a migliorare il peso corporeo.

Secondo gli esperti, è possibile che fare colazione tardi porti le persone a spostare anche gli orari dei pasti successivi, disallineando così l'orologio biologico interno, che svolge un ruolo fondamentale nella regolazione circadiana, e ciò può a sua volta causare alterazioni del metabolismo.

via | ScienceDaily

Foto da iStock

  • shares
  • Mail