Cominciare la scuola più tardi migliora la qualità del sonno

Ritardare l’inizio della scuola migliora il benessere degli studenti. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Scuola

Ritardare l’inizio delle lezioni migliora i livelli di benessere degli studenti. A suggerirlo è uno studio pubblicato su SLEEP, e condotto a Singapore, dove la scuola inizia generalmente intorno alle 7:30 del mattino, un'ora prima delle 8:30, ovvero l’ora raccomandata dall'American Academy of Pediatrics, dall'American Medical Association e dall'American Academy of Sleep Medicine. La privazione del sonno tra gli adolescenti di Singapore è dilagante, poiché la durata media trascorsa a dormire durante le notti dei periodi scolastici sarebbe di circa 6 ore e mezza.

A luglio 2016, una scuola secondaria femminile di Singapore ha ritardato l'orario di inizio delle lezioni dalle 7:30 alle 8:15 del mattino, ristrutturando il programma in modo da non far terminare le lezioni più tardi. I ricercatori hanno studiato l'impatto che questa modifica potrebbe aver avuto sul sonno e sui livelli di benessere degli studenti un mese e nove mesi dopo il cambiamento.

Per questo studio, sono state seguite 375 studentesse, ed i ricercatori hanno valutato vari fattori, come i livelli di sonnolenza e quelli di benessere (eventuale presenza di sintomi depressivi e umore) prima che la scuola facesse cambiare il programma, e nuovamente uno e nove mesi dopo tale cambiamento. Gli esperti hanno inoltre misurato il tempo di sonno totale, ed hanno constatato che rispetto a quanto avviene nelle culture occidentali, nell’Asia orientale i benefici derivanti dai nuovi orari di inizio delle lezioni sarebbero meno chiari. Questo probabilmente perché gli studenti tendevano a ritardare l’ora di andare a letto, forse per portare a termine i compiti assegnati a scuola.

Tuttavia, dallo studio sarebbe emerso che ritardare l’inizio delle lezioni può portare a livelli più bassi di sonnolenza, una migliore qualità del sonno e a un miglioramento del benessere.


via | ScienceDaily

  • shares
  • Mail