L'elenco aggiornato delle malattie rare 2017 riconosciute per ottenere l'esenzione

E’ stata da poco pubblicata la nuova guida che aiuta ad orientarsi tra le molte innovazioni introdotte dai LEA 2017. Ecco di cosa si tratta.

Malattie rare

E' stato da poco pubblicato l'elenco aggiornato delle malattie rare 2017 riconosciute per ottenere l'esenzione, per aiutare i pazienti ad orientarsi fra le tante innovazioni apportate ai LEA 2017. Per l’esattezza, a disposizione dei pazienti vi sarà un elenco dei nuovi codici (in ordine alfabetico) di tutte le patologie esenti, con tutte le indicazioni per ottenere l’esenzione.

L’elenco, scaricabile gratuitamente dal sito www.osservatoriomalattierare.it, è stato realizzato dall’Osservatorio Malattie Rare in collaborazione con Orphanet-Italia, e vuole essere uno strumento utile non solo per i pazienti, ma anche per le ASL e per coloro che operano nel mondo della Sanità, per facilitare l’accesso all’esenzione.

Lo scorso 15 settembre sono già entrati in vigore i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), dove è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare con esenzione. Tale elenco introduce 134 nuovi codici di esenzione, che corrispondono a un totale di 201 malattie.

All’interno della guida è adesso possibile trovare una breve descrizione delle nuove malattie rare esenti, indicazioni per ottenere l’esenzione e alcune indicazioni per ottenere altri benefici, sia di natura economica che non economica.

Questa iniziativa

spiega il prof. Bruno Dallapiccola, Coordinatore di Orphanet Italia 

è nata dalla recente ‘rivoluzione’ introdotta in Italia nel campo delle malattie rare, e si è concretizzata nella realizzazione di una guida sintetica, di facile lettura, in grado di aiutare tutti i portatori di interesse a muoversi all’interno del Decreto appena entrato in vigore e del nuovo elenco delle malattie esenti dal ticket, che arriva a 16 anni di distanza dal primo elenco. La logica dei gruppi aperti consente a tutte le malattie afferenti ad uno determinato gruppo, anche quando non specificate nell’elenco, di essere ricomprese ed esentate. Si tratta di un provvedimento che allinea l’Italia con quanto già avviene in alcuni altri Paesi Europei. Questo evento, che coincide con l’avvio delle Reti di Riferimento Europee, nelle quali l’Italia è il Paese più autorevolmente rappresentato, dà motivo di considerare il 2017 come un anno storico per le malattie rare.

Cliccate qui per scaricare la guida in versione integrale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail