Escherichia Coli: come avvengono la trasmissione e il contagio

Escherichia Coli, quali sono le cause e i metodi di trasmissione?

Escherichia Coli

L'Escherichia Coli o E.Coli è un batterio gram-negativo: ne esistono di diversi tipi, alcuni anche innocui che vivono tranquillamente all'interno del nostro organismo. Altri, invece, possono essere potenzialmente molto dannosi, soprattutto se si spostano in sedi diverse da quelle in cui vivono solitamente senza arrecare danni al nostro organismo.

I batteri dell'Escherichia Coli possono trasmettersi all'uomo in diverse modalità:


  • Attraverso bestiame e animali domestici o animali selvatici.

  • Attraverso acqua e cibo contaminati (da questa infezione deriva la cosiddetta diarrea del viaggiatore).

Tra i cibi maggiormente a rischio ricordiamo il salame, l'hamburger, alcuni succhi di frutta, il latte, l'acqua, il sidro se non è pastorizzato, le verdure non cotte e non adeguatamente lavate.

L'infezione da Escherichia Coli può dare via a sintomi molto importanti, come febbre, diarrea, vomito, nausea, dolori all'addome: prima della comparsa dei sintomi di solito passano 48 ore dal momento in cui si è venuti a contatto con i batteri. In altri casi il tempo è molto più lungo: si parla anche di una settimana. Per fortuna la guarigione, se trattato adeguatamente, è molto rapida.

La prevenzione è molto importante: bisogna lavarsi le mani con cura, bisogna bere l'acqua solo da bottiglie chiuse in zone a rischio (occhio anche quando vi lavate i denti o fate la doccia), evitare cibi crudi o cotti male, evitare frutta e verdura non lavati accuratamente, evitare succhi e latte non pastorizzati, non entrare in contatto con animali e oggetti senza le dovue precauzioni (lo stesso vale durante il cambio del pannolino dei bambini).

  • shares
  • Mail