Tracce di batteri fecali nel ghiaccio di Starbucks, Costa e Caffè Nero

Nel ghiaccio di alcune famose caffetterie del Regno Unito come Starbucks, Costa o Caffè Nero sono stati rintracciati batteri fecali coliformi.

Cola drinking on wood background

Le infezioni alimentari sono molto frequenti in estate. Bisogna fare attenzione a tutto, anche al ghiaccio. È stata rintracciata la presenza di batteri fecali nel ghiaccio di alcune caffetterie del Regno Unito, come Starbucks, Costa o Caffè Nero. A darne la notizia è un’inchiesta condotta a campione dalla Bbc per la trasmissione Watchdog.

Tracce di «batteri fecali coliformi» sono state riscontrate, al momento delle analisi di laboratorio, nel 30 per cento dei campioni prelevati segretamente in locali di Starbucks o di Caffè Nero. Un dato che si aggrava per Costa Caffè, dove la percentuale è arrivata a toccare sette campioni su dieci. Le aziende sono molto imbarazzate: un portavoce di Starbucks ha assicurato che il rispetto delle norme sull’igiene è considerato «con estrema serietà», mentre Caffè Nero ha fatto sapere che ci saranno «azioni appropriate».

Via | Corriere

  • shares
  • Mail