Epatite E: cause, sintomi e vaccino

Cos'è l'epatite E? Scopriamo cause, sintomi e come funziona il vaccino.

Epatite E

L'epatite E è una malattia del fegato provocata da un virus e si trasmette per via oro-fecale, mangiando alimenti o bevendo acqua contaminati da feci infette. E' molto rara in Italia e nei paesi industrializzati, mentre è più frequente nei paesi in via di sviluppo e in quelli dove le condizioni igieniche sono precarie. L'epatite E è frequente in Medio Oriente, in Messico e India, con un'incidenza maggiore nei soggetti con età compresa tra 15 e 34 anni.

L'epatite E ha un periodo di incubazione che va da 2 a 9 settimane e dura in media 40-50 giorni. I sintomi con cui si presenta l'epatite E sono molto simili ai sintomi dell'epatite A: possiamo notare ittero, malessere generale, anoressia, dolori addominali, dolori articolari, febbre anche molto alta. I sintomi si fanno più gravi se l'epatite E colpisce le donne incinte. E' più mortale dell'epatite A.

Prevenire si può, evitando di bere acqua non confezionata nei paesi a rischio, lavando bene frutta e verdura, sbucciando la frutta, mangiando carne e pesce solamente cotti. Attenzione ai cubetti di ghiaccio e a lavarsi i denti con l'acqua della bottiglietta chiusa. Non bere acqua mentre si fa un bagno in mare o sotto la doccia. Lavarsi spesso le mani e non usare oggetti a uso personale di altre persone è di fondamentale importanza.

Come si cura l'epatite E? Non esiste una terapia specifica ed efficace, per questo la prevenzione è importante. In Cina è anche già disponibile un vaccino in grado di prevenire l'epatite E.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail