Estate: il caldo ci rende davvero insopportabili?

Il caldo ci rende più intrattabili e meno collaborativi. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Estate caldo

Estate - Il caldo ci fa sentire più stanchi, intrattabili e meno collaborativi. Questo è quanto conferma un nuovo studio condotto dai membri della Northwestern University e della Lehigh University, i quali hanno scoperto che le persone che vivono in luoghi in cui si raggiungono temperature particolarmente elevate sarebbero generalmente meno disposte a essere utili ed avrebbero sbalzi di umore più frequenti. Studi precedenti hanno già dimostrato che oltre ad avere stati d'animo più aggressivi, coloro che vivono in zone con temperature alte potrebbero avere anche un atteggiamento più violento.

In tali zone potrebbero registrarsi infatti maggiori episodi di criminalità, in particolar modo durante il periodo estivo. Gli esperti ritengono che questi comportamenti possano essere provocati dalla disidratzione e dalla spossatezza.

Durante il loro studio, gli autori hanno constatato che le alte temperature sono collegate alla tendenza a rendersi meno utili e ad ascoltare meno i suggerimenti offerti dalle altre persone. Anche solo pensare a un momento in cui abbiamo sofferto particolarmente il caldo ci renderebbe meno propensi ad essere utili e collaborativi, ma non solo!

Dallo studio sarebbe anche emerso che trovarsi in un ambiente in cui fa particolarmente caldo avrebbe portato un campione di partecipanti a essere meno inclini a completare un questionario. Chi si trovava in una stanza “calda” avrebbe completato solo il 64% del questionario, contro il 95% di coloro che si trovavano in una stanza in cui vi era una temperatura fresca.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail