Psicologia: dormire poco peggiora la vita di chi soffre di ansia e depressione

Una mancanza di sonno rende tutto più difficile, anche vedere le cose con ottimismo. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Sonno depressione

Psicologia Dormire poco porta ad essere più pessimisti, soprattutto se si soffre di depressione. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri della University of Illinois e pubblicato sulla rivista Depression and Anxiety, secondo cui nelle persone che soffrono di ansia o depressione, e che hanno problemi di sonno, si registrerebbero delle alterazioni in una regione specifica del cervello nota per essere coinvolta nella regolazione delle risposte emotive negative. La zona in questione sarebbe la corteccia cingolata anteriore dorsale, che potrebbe dover lavorare più duramente per modificare le risposte emotive negative nelle persone con problemi di sonno e depressione.

Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno preso in esame pazienti con ansia, depressione o entrambe le condizioni, ai quali sono state mostrate delle inquietanti immagini di violenza. I partecipanti che hanno raccontato di avere problemi di insonnia avrebbero presentato (all'esame della risonanza magnetica funzionale) una maggiore attività cerebrale nella corteccia cingolata anteriore dorsale (DACC) durante il test, mentre in coloro che non soffrivano di problemi del sonno si sarebbe registrata una minore attività.

L'attività superiore del DACC nei partecipanti con bassi livelli di efficienza del sonno potrebbe significare che la DACC sta lavorando più duramente per svolgere il lavoro impegnativo di rivalutazione in chiave positiva delle immagini.

La nostra ricerca indica che il sonno potrebbe svolgere un ruolo importante nella capacità di regolare le emozioni negative nelle persone che soffrono di ansia o depressione.

via | ScienceDaily

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail