Loiasi, un caso a L'Aquila: la malattia non è contagiosa

Un uomo di 27 anni è stato ricoverato a L’Aquila: è il primo caso in Abruzzo di Ioiasi.

Trattamento

È stato diagnosticato per la prima volta in Abruzzo un caso di loiasi, una malattia molto rara e non contagiosa, causata da un parassita tipico dell’Africa subsahariana. A essere stato infettato è un uomo di 27 anni, originario della Nigeria. Il ragazzo, ricoverato all’ospedale San Salvatore, non è in pericolo di vita, ma i medici – che lo stanno trattando con terapia farmacologica - preferiscono tenerlo sotto stretta osservazione per evitare complicazioni.

Il parassita, rintracciato nel sangue, se trascurato può infatti provocare anche encefalopatia. È importante ribadire che non c’è alcun pericolo di contagio e che la malattia non si trasmette da uomo a uomo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail