Ischemia cardiaca o infarto: quali sono le differenze e i sintomi

Ecco quali sono le differenze fra ischemia e infarto e quali sono i sintomi da conoscere.

Ischemia cardiaca o infarto

Ischemia cardiaca o infarto: come fare a distinguerle? E quali sono i sintomi da riconoscere? L’ischemia cardiaca è una condizione provocata da una riduzione della quantità di sangue che arriva al cuore. Tale condizione è causata da un restringimento di un’arteria coronarica (a sua volta causato dalla formazione di placca all’interno dei vasi sanguigni), e può essere di breve durata, oppure potrebbe protrarsi nel tempo, e causare un infarto. Quest’ultimo avviene per l’occlusione di una coronaria.

Ma come fare a capire se siamo di fronte a un’ischemia cardiaca o a un infarto?

In caso di ischemia transitoria, il paziente avvertirà un senso di costrizione e dolore al petto per circa 15 minuti, e il dolore potrebbe aumentare con lo sforzo (e ridursi grazie al riposo), ed essere accompagnato da una mancanza di fiato. Il dolore tenderà inoltre a irradiarsi al braccio sinistro, verso il collo e all’angolo della mandibola sinistra. L’ischemia può però essere anche silente, e non provocare alcun sintomo particolare. Ciò può avvenire in particolar modo nei pazienti affetti da diabete mellito, e in tal caso potrà essere identificata solamente attraverso gli esami più specifici.

Nel caso in cui l’ischemia dovesse durare per più di 15 minuti, allora potrebbe sfociare in un infarto, i cui sintomi consistono in un dolore prolungato e intenso, che non passa con il riposo, mancanza di fiato, nausea, sudorazione eccessiva e pallore.

Se doveste avvertire i sintomi riportati, non esitate a contattare tempestivamente i soccorsi medici, per ricevere immediatamente le cure più appropriate.

via | Corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail