Vaccini obbligatori per tutti: la proposta delle Regioni

I vaccini obbligatori per tutti: ecco la proposta delle Regioni.

Vaccini

I vaccini potrebbero essere obbligatori per l’accesso dei bambini al nido e alla scuola materna, su tutto il territorio nazionale. Su questo punto hanno discusso gli assessori delle Regioni e delle Province autonome e il ministro della Salute Lorenzin, la quale sottolinea che non si tratta di un accordo, ma di un percorso fortemente appoggiato delle Regioni, che porterà a un confronto con il ministro dell'Istruzione e della ricerca scientifica, per andare avanti sulla presentazione di un provvedimento nazionale. L'obiettivo della proposta è quello di evitare che vengano messi in atto dei provvedimenti 'a macchia di leopardo', e garantire piuttosto un'uniformità dell'offerta vaccinale sul Paese.

Le nuove vaccinazioni contenute nel piano

spiega Antonio Saitta, assessore della regione Piemonte e coordinatore della Commissione salute della Conferenza delle Regioni

sono comprese nei nuovi livelli essenziali di assistenza (Lea) e conseguentemente, come è emerso nel colloquio con il ministro, si pone l'esigenza di una condivisione Stato-Regioni del percorso applicativo.

Quasi tutte le Regioni, tranne la Lombardia, sono a favore della proposta, che comprende anche la possibilità di creare un’Anagrafe vaccinale nazionale, in modo che ogni Regione abbia la sua banca dati dove sono segnalati i bambini e gli adulti vaccinati, quelli che ancora non lo sono, e quali conseguenze ha causato il vaccino, per poter avere un quadro epidemiologico completo.

via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail