Come la dieta occidentale provoca l’obesità

Un team di ricercatori ha scoperto come una dieta ricca di grassi e zuccheri possa provocare l'obesità agendo sul cervello.

La dieta occidentale provoca l'obesità

All'Università della California a Riverside, un gruppo di scienziati ha scoperto il meccanismo d'azione attraverso il quale una dieta occidentale ricca di zuccheri e grassi può portare non solo al sovrappeso, ma all'obesità vera e propria. I ricercatori hanno identificato questo meccanismo nel sistema endocannabinoide.

Il sistema endocannabinoide è costituito dagli endocannabinoidi, dei lipidi bioattivi che si legano a dei recettori neuronali per regolare molti processi come la gestione del dolore, del vomito, i processi riproduttivi e la risposta immunitaria. Da molto tempo è anche noto che il sistema endocannabinoide si lega alla regolazione del metabolismo e dell'appetito.

I ricercatori californiani hanno scoperto che in particolare il sistema endocannabinoide periferico può essere bloccato per curare e prevenire l'obesità, senza per questo causare effetti collaterali mentali come nel caso degli psicofarmaci che agiscono a livello centrale. Gli scienziati hanno scoperto che una dieta occidentale ricca di grassi e zuccheri attiva un comportamento di iperfagia, nel quale la fame diventa incontrollabile.

In caso di obesità si osserva un'elevata presenza di endocannabinoidi nell'intestino, a livello periferico. Lo sviluppo di un farmaco che possa agire a livello periferico in maniera selettiva è in fase di progettazione.

 

Via | sciencedaily.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail