I 10 maggiori rischi delle tecnologie sanitarie per il 2017

Ecco quali sono i rischi legati alle tecnologie sanitarie per il 2017.

Tecnologie sanitarie 2017

Anche quest’anno l'istituto ECRI (Emergency Care Research Institute) ha dedicato la sua azione all’analisi dei rischi legati all'uso delle tecnologie sanitarie in relazione alla sicurezza dei pazienti, ed ha pubblicato un report che offre agli operatori una sintesi dei rischi da non sottovalutare, report che, per l'Italia, è stato riportato dall'Associazione Italiana Ingegneri Clinici durante la Conferenza Nazionale sui Dispositivi Medici a Roma.

Ecco quali saranno i rischi legati alle tecnologie sanitarie per il 2017:

  • Gli errori di infusione, che possono essere fatali se vengono trascurate alcune semplici misure di sicurezza
  • La pulizia inadeguata di strumenti riutilizzabili può causare infezioni
  • Non rilevare gli allarmi dei ventilatori (problema che potrebbe causare a danni ai pazienti)
  • La mancata rilevazione di depressione respiratoria indotta da oppiacei
  • Rischi di infezione favoriti dai dispositivi per riscaldamento o raffreddamento usati in chirurgia cardiotoracica
  • Carenze nella gestione dei software (che mettono a rischio i pazienti e i loro dati)
  • Rischi di esposizione professionale a radiazioni nelle sale operatorie ibride
  • Gli errori di impostazione e utilizzo degli armadi per la distribuzione automatizzata dei farmaci (che potrebbero causare incidenti)
  • Un uso improprio e un malfunzionamento delle suturatrici meccaniche chirurgiche
  • Dei malfunzionamenti dei dispositivi dovuti ai prodotti e ai metodi di pulizia

Quello fornito dagli autori del report rappresenta, secondo il presidente Aiic Lorenzo Leogrande

uno strumento di uso immediato e di indirizzo per direzioni generali e sanitarie, management ospedaliero, personale sanitario, aziende fornitrici di strumenti e servizi. Il tutto al fine di alzare l'asticella dell'attenzione di sistema verso la tematica della sicurezza.

via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail