Bruxismo: 8 rischi da non sottovalutare

Ecco quali sono le conseguenze del bruxismo che non dovreste sottovalutare.

Bruxismo

Il bruxismo è una condizione in cui le persone tendono a digrignare o stringere i denti, spesso in maniera inconscia. Ciò può accadere sia durante il giorno, che durante la notte (bruxismo del sonno), e generalmente si tratta di un problema provocato da svariate cause, come ad esempio:

  • Emozioni come ansia, stress, rabbia, frustrazione o tensione

  • Aggressività, competitività o personalità iperattiva

  • Allineamento anormale dei denti superiori ed inferiori (malocclusione)

  • Problemi del sonno, come l'apnea del sonno

  • Risposta al dolore causato da un mal d'orecchi o dalla dentizione (nei bambini)

  • Effetto indesiderato non comune provocato da alcuni farmaci psichiatrici

  • Una strategia di coping o di concentrazione

  • Complicazioni derivanti da una malattia come il morbo di Huntington o la malattia di Parkinson


Le persone che tendono a stringere i denti mentre dormono soffrono spesso di altri disturbi del sonno, come la tendenza a russare, oppure l’apnea del sonno. Detto ciò, il bruxismo lieve non richiede un particolare trattamento. Tuttavia, in alcune persone, questo problema può provocare conseguenze abbastanza gravi, come disturbi alla mascella, mal di testa, denti danneggiati e altri problemi.

Fra le possibili conseguenze del bruxismo ricordiamo:


  • Danni ai denti, alle protesi o alla mascella
  • Tensione e mal di testa
  • Disturbi che si verificano alle articolazioni temporo-mandibolari
  • Mialgia facciale (dolori alla mascella e ai muscoli facciali)
  • Mal d'orecchio
  • Rigidità delle spalle
  • Limitazione di apertura della bocca
  • Gengive infiammate

via | Bruxism.org.uk, MayoClinic

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail