Alcuni malati di Alzheimer hanno una super memoria

La ricerca finora ha legato la presenza di placche e nodi nel cervello a forme avanzate di Alzheimer, ma è stata fatta una scoperta eccezionale.

Scoperte placche simili a quelle dell'Alzheimer nel cervello di anziani con super memoria che non soffrivano di demenza

Una ricerca condotta post mortem sul cervello di anziani ultranovantenni dotati di una super memoria ha rivelato la presenza di placche e nodi, finora considerati indicatori certi della presenza di demenza o Alzheimer. Lo studio condotto alla Northwestern University di Chicago ha mostrato questi risultati eccezionali: il cervello di anziani dotati di un'ottima memoria che non mostravano alcun segno di Alzheimer era ricoperto da placche e nodi.

La scoperta ha un'implicazione importantissima per la ricerca futura sulle demenze, sull'invecchiamento e su una possibile cura per l'Alzheimer. In qualche modo il cervello degli anziani studiati possedeva qualche fattore capace di proteggerli dall'Alzheimer, nonostante le placche. Solitamente infatti le placche indicano la presenza di morte neuronale, ma in questi casi doveva esserci qualcosa che proteggeva la funzionalità cerebrale.

Lo scopo in futuro sarà quello di stabilire quali possano essere i fattori protettivi per l'Alzheimer e quali siano le caratteristiche perculiari delle placche per minacciare il funzionamento del cervello.

 

Via | sciencedaily.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail