La vitamina D riduce anche il rischio di infezioni respiratorie

Alte dosi di vitamina D possono aiutare a combattere le malattie respiratorie acute negli anziani. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Vitamina D

Alte dosi di vitamina D possono aiutare a combattere le malattie respiratorie acute negli anziani. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri dell'Università del Colorado Anschutz Medical Campus, i quali hanno scoperto che alte dosi di vitamina D possono effettivamente aiutare a ridurre l'incidenza delle malattie respiratorie acute nei soggetti anziani. Lo studio, pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society, è stato condotto per un anno, durante il quale gli esperti hanno registrato una riduzione del 40% dell’incidenza di malattie respiratorie acute tra coloro che hanno assunto dosi più elevate di vitamina D.

In tal modo, sarebbe dunque possibile ridurre il rischio o la gravità di malattie come la polmonite, l'influenza e la bronchite, la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e il rischio di enfisema.

La vitamina D può migliorare le capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni, perché rafforza la prima linea di difesa del sistema immunitario

spiegano gli autori dello studio, che per giungere a tali conclusioni hanno esaminato un campione di 107 pazienti con un'età media di 84 anni. Di questi, 55 hanno ricevuto dosi elevate di vitamina D ogni mese, e 52 ne hanno ricevute dosi più basse. Quelli con dosi più elevate hanno visto ridursi della metà il rischio di sviluppare malattie respiratorie acute.

via | ScienceDaily

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail