Carenza di proteina C: 5 sintomi da riconoscere

Il deficit di proteina C può causare trombosi anche fatali.

La carenza di proteina C è una malattia genetica rara che favorisce lo sviluppo di trombosi nei vasi sanguigni ed impediscono la corretta circolazione. Per questo si tratta di una patologia seria, che va riconosciuta in tempo. I trombi possono ostruire vene o arterie e in alcuni casi portano all'infarto e alla morte.

La proteina C è una proteina prodotta dal fegato e rilasciata nel sangue, dove agisce come anticoagulante. Nei casi di carenza di questa proteina si possono formare dei coaguli pericolosi per la salute che possono causare delle serie complicazioni. La carenza di proteina C viene spesso diagnosticata poco dopo la nascita e presenta un sintomo unico: la formazione di coaguli e trombi.

 

Tuttavia a causa della carenza di proteina C si presentano spesso delle complicazioni, che possono essere viste come dei sintomi della malattia:


  1. Trombosi venosa profonda: colpisce gli arti inferiori o gli organi addominali con gonfiore, rossore, calore e dolore.

  2. Embolia polmonare: un trombo colpisce l'arteria polmonare provocando difficoltà nella respirazione e palpitazioni.

  3. Purpura fulminans: colpisce soprattutto i neonati con emorragia cutanea e necrosi dei tessuti.

  4. Necrosi indotta da anticoagulanti: il trattamento a base di vitamina K può portare alla morte dei tessuti.

  5. Problemi durante la gravidanza: 1 donna su 100 se eredita la carenza di proteina C può sviluppare trombi e coaguli pericolosi per il feto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail