Trapianto di cornea: le 6 cose da sapere sull’intervento

Esistono due tipi fondamentali di intervento, entrambi si eseguono da molti anni.

Il trapianto di cornea è meglio conosciuto con il termine medico cheratoplastica e consiste in un intervento di microchirurgia in cui viene rimossa la parte centrale della cornea malata e la si sostituisce con la cornea sana di un donatore. Il trapianto di cornea viene eseguito con l'aiuto di un microscopio operatorio, dura al massimo un'ora e mezza e viene solitamente eseguito in anestesia locale con una degenza di al massimo tre giorni.

Ecco 6 cose da sapere sul trapianto di cornea:


  1. Esistono due tipi di trapianto di cornea: quello tradizionale o cheratoplastica perforante è un intervento in cui viene sostituito l'intero spessore della cornea. Oggi si ottengono degli ottimi risultati con  la cheratoplastica lamellare, che prevede la sostituzione solo parziale della cornea.

  2. Il trapianto di cornea viene effettuato nel caso di malattie congenite, in seguito a traumi, tagli o infezioni che rendono la cornea opaca o deformata. Le patologie della cornea sono circa 80 e nella maggior parte dei casi colpiscono giovani entro i 35 anni a entrambi gli occhi, rendendoli quasi completamente ciechi.

  3. Le cornee donate provengono sempre da un donatore deceduto e vengono accuratamente analizzate e selezionate.

  4. L'intervento compreso il recupero dura poche ore e nel giro di 4/5 giorni è possibile riacquistare la piena funzionalità della vista.

  5. I rischi del trapianto di cornea sono molto bassi, ma in alcuni casi si può andare incontro a patologie come il glaucoma.

  6. Circa il 20% dei soggetti che hanno subito un trapianto di cornea hanno un rigetto, ma questo può essere tenuto sotto controllo con l'ausilio di terapie farmacologiche.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail