5 possibili cause di prurito anale

Il prurito nella zona anale può essere il sintomo di alcune patologie o cattive abitudini.

Il prurito anale o pruritus ani è una condizione medica pseudo-patologica nella quale si sente un impellente bisogno di grattarsi nella zona attorno all'ano. Molto spesso il prurito all'ano non compare come un sintomo isolato, ma si presenta insieme ad eritema, dolore, perdite di sangue o sierose.

Le cause di prurito anale possono essere un'eccessiva umidità della zona, come nel caso di una scarsa igiene intima, oppure nel caso di sudore, ma può comparire anche nella fase iniziale di disturbi come ragadi e emorroidi. Alcuni alimenti possono scatenare il prurito anale e in particolare tra questi figurano gli alcolici come birra e vino, il caffè, il tè, le bevande gassate, i pomodori , formaggio e latticini, il cioccolato e le nocciole.

Ecco 5 possibili cause di prurito anale che spesso vengono sottovalutate:


  1. Psoriasi: solitamente interessa zone come gli avambracci, le gambe, il volto, il cuoio capelluto, ma può interessare anche le zone intime ed essere la causa di prurito anale.

  2. Antibiotici: alcuni trattamenti possono indebolire il sistema immunitario batterico dell'intestino e in tal caso si sviluppano funghi che causano il prurito.

  3. Ossiuriasi: è un parassita intestinale che provoca vari sintomi tra i quali il prurito anale.

  4. Fistole: possono inumidire la zona anale con secrezioni che causano prurito.

  5. Verruche: possono interessare anche la zona anale causando prurito.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail