Avvelenamento da metalli pesanti: i sintomi da riconoscere

Si chiamano metalli pesanti quegli elementi chimici che hanno un peso atomico almeno cinque volte superiore a quello dell'acqua.

Uno dei sintomi più comuni dell'avvelenamento o intossicazione da metalli pesanti è il mal di stomaco, assieme a nausea, vomito e diarrea.

L'avvelenamento o intossicazione da metalli pesanti è l'eccessivo accumulo di metalli pesanti negli organi e tessuti del nostro corpo come il fegato, le ossa, il grasso, i reni e il cervello. I metalli pesanti possono entrare nel nostro organismo attraverso vari modi. Possono infatti essere trasportati dal cibo e dall'acqua, ma possono essere anche presenti nell'aria o venire assorbiti direttamente dalla pelle.

Cosa sono i metalli pesanti? I metalli pesanti sono quegli elementi chimici come piombo, mercurio, cadmio, alluminio, rame, mangense e arsenico che hanno un peso specifico almeno 5 volte superiore a quello dell'acqua. Una lista completa ne comprende oltre una trentina. I metalli pesanti non sono biodegradabili e si depositano nell'ambiente e negli organismi viventi.

Le fonti dell’avvelenamento o intossicazione da metalli pesanti possono essere naturali o artificiali. Tra quelle naturali ci sono le eruzioni vulcaniche, gli incendi e alcuni processi che coinvolgono le falde acquifere. Tra le fonti artificiali si possono elencare molti processi chimici innescati dagli esseri umani per scopi industriali o costruttivi.

 

Molti strumenti e utensili di utilizzo comune possono essere considerati come fonti di intossicazione da metalli pesanti, come ad esempio le vernici, gli insetticidi, i pesticidi, le posate di alluminio, gli amalgami dentali, le automobili, gli inceneritori, i vaccini e i disinfettanti.

I sintomi da riconoscere dell'avvelenamento da metalli pesanti possono compromettere nei casi più gravi le funzioni motorie e cognitive e procurare danni a vari organi. I sintomi più frequenti sono: nausea, vomito, mal di stomaco, mal di testa, diarrea, sudorazione alterata e sapore metallico in bocca, aumento della pressione, problemi respiratori, irritazione agli occhi e alle mucose.

 

 

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail