Fecondazione assistita, nato bambino con il patrimonio genetico di tre genitori

In Messico è nato il primo bambino concepito con la tecnica dei tre genitori: sono stati usati il dna di due madri e quello del padre.

estrofia della cloaca

È nato il primo bambino con la fecondazione assistita, eseguita con la tecnica dei tre genitori, ovvero con il Dna di tre persone. L'intervento è stato eseguito in Messico da un'equipe statunitense con una discussa. Il piccolo Abrahim Hassan, che ha il Dna di due madri e di un padre. Come mai questa scelta? L’obiettivo dei medici era di evitare che il bimbo potesse ereditare la malattia genetica della madre, portatrice della sindrome di Leigh, una malattia che colpisce il sistema nervoso in via di sviluppo e che ha causato la morte dei suoi primi due figli.

È stato di conseguenza utilizzato un Dna esterno al nucleo, contenuto nelle strutture delle cellule chiamate mitocondri (Dna mitocondriale). Questa nuova tecnica permette di sostituire i mitocondri difettosi della cellula uovo della madre con quelli di una donatrice sana. La procedura è stata approvata negli Usa e anche in Gran Bretagna ed è studiata proprio per evitare la trasmissione di malattie genetiche.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail