L'ovulazione rende difficile l'orientamento spaziale

Estrogeni e progesterone rendono difficile la lettura delle mappe.

Durante l'ovulazione vengono prodotti ormoni che interagiscono con il funzionamento del cervello, rendendo più difficile l'orientamento

Le donne sono più abili degli uomini a dare indicazioni, ma sembra che l'orientamento e la lettura delle mappe sia un compito più difficile in un determinato periodo del mese: durante l'ovulazione. Molte donne riportano cambiamenti di vario tipo nel funzionamento cognitivo durante l'ovulazione, ma anche nelle fasi della gravidanza e della menopausa.

Un team di ricercatori della Concordia University di Montreal ha scoperto che estrogeni e progesterone, gli ormoni maggiormente coinvolti nei cambiamenti dovuti all'ovulazione, spingono il cervello a utilizzare di più alcuni sistemi di memoria e di problem solving piuttosto che altri.

In poche parole i cambiamenti ormonali prodotti dall'ovulazione favoriscono l'attivazione di altri tipi di memoria rispetto a quella spaziale, rendendo più difficile l'orientamento. Durante l'ovulazione vengono preferite le funzioni verbali a quelle spaziali, che tornano ad essere predominanti subito dopo il ciclo mestruale.

Dal punto di vista evolutivo questo meccanismo potrebbe essersi sviluppato per massimizzare le abilità relazionali delle donne durante l'ovulazione, un momento in cui avevano un meno probabile bisogno di spostarsi e quindi di orientarsi nell'ambiente.

 

Via | sciencedaily.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail