Dermografismo: cos'è, sintomi, rimedi

Cos'è il dermografismo? Quali sono i primi sintomi, le possibili cause e come si cura una malattia spesso confusa con l'orticaria.

dermografismo

Cos'è il dermografismo? Con questo termine si indica una modificazione del colorito della pelle per uno stimolo meccanico. È una reazione cutanea che spesso è confusa con l'orticaria ed è causata da stimoli fisici, come grattare, sfiorare, graffiare, accarezzare la pelle. Dopo questi semplici gesti sulla pelle compaiono dei pomfi che possono causare prurito, accompagnati da segni lineari in rilievo. Non è una malattia, ma un sintomo che può anche indicare la presenta di orticaria persistente o fittizia.

Si parla anche di orticaria dermografica o di orticaria fisica, proprio perché è una reazione cutanea che è indotta da stimoli di natura meccanica. Di solito non è necessario intervenire con un trattamento. Il disturbo si risolve spontaneamente, ma i sintomi possono causare molto fastidio e quindi si può intervenire con trattamenti per alleviarli e per evitare possibili conseguenze.

Cause del dermografismo


Purtroppo a oggi non si conoscono ancora le cause del dermografismo. I ricercatori ipotizzano che si tratti di un disturbo collegato al rilascio di istamine da parte dei mastociti, le cellule del tessuto connettivo. Potrebbe trattarsi di un'attivazione non normale del sistema neurovegetativo.

Se le cause non sono note, lo sono invece i possibili fattori di rischio, che espongono maggiormente alcune persone rispetto ad altre a soffrire di questo disturbo che è cronico, quindi dura nel tempo e può manifestarsi più volte.

Se il dermografismo può presentarsi a ogni età e non ci sono indicazioni che possa colpire più un sesso rispetto all'altro, secondo gli esperti tende a essere più diffuso tra adolescenti e giovani adulti. Ci sono poi dei soggetti particolarmente predisposti. I principali fattori di rischio sono:


  • pelle secca

  • dermatite

  • variazioni di temperature ambientali

  • stress

  • piccoli traumi

  • abitudine di indossare capi stretti e con tessuti non morbidi

  • l'uso di lenzuola non morbide

  • l'uso di orologi, occhiali, gioielli che possono sfregare sulla pelle


In alcuni casi, infine, la reazione cutanea potrebbe derivare da allergie, farmaci e il dermografismo potrebbe essere associato a malattie come neuropatie, diabete, disturbi della tiroide, infezioni parassitarie, intossicazioni.

Sintomi del dermografismo, come si manifesta


Il dermografismo si manifesta con arrossamento e gonfiore della pelle dopo una pressione esercitata con oggetti, con le mani o con le unghie. La pelle reagisce in modo eccessivo a questa sollecitazione. Sulla zona interessata compaiono dei segni come pomfi e strie che possono causare prurito anche molto intenso.

Il disturbo si chiama "dermografismo" per la possibilità di scrivere sulla pelle: esercitando una pressione con le dita o con un altro oggetto, come se si volesse scrivere, si vengono a formare delle strisce in rilievo di colore bianco o rosso. I segni poi spariscono molto velocemente e sono provocati dalla vasodilatazione e vasocostrizione dei capillari del derma.

Talvolta il dermografismo si presenta anche con dolore, che riguarda non solo la zona interessata, ma anche le parti limitrofe all'arrossamento cutaneo.


Cure e trattamenti


Come sottolineato in precedenza, il dermografismo di solito si risolve spontaneamente senza bisogno di cure e terapie, se si tratta di un disturbo lieve. Altrimenti si può intervenire con terapia a base di farmaci antistaminici per risolvere l'orticaria in pochi giorni e per dare sollievo dal prurito intenso di questa reazione cutanea. Il medico può anche consigliare altri farmaci che possano intervenire per curare i sintomi e le manifestazioni che si accompagnano al disturbo.

Nel caso il trattamento con antistaminici non dovesse dare i risultati sperati, si può anche ricorrere alla fototerapia e all'eliminazione di allergeni comuni che possono indurre la reazione.

Rimedi naturali


Ci sono dei consigli che bisognerebbe sempre seguire nel caso di reazioni cutanee di questo tipo di lieve o grave intensità:


  • non fare docce con acqua troppo calda o troppo fredda

  • non usare saponi troppo aggressivi

  • non usare capi troppo stretti

  • utilizzare solo abbigliamento in fibre naturali delicate sulla pelle (no alla lana o a fibre sintetiche)

  • idratare la pelle con creme appposite

  • non grattarsi in caso di prurito

  • evitare sbalzi di temperatura eccessivi


Foto iStock

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail