Mammografia: cos’è e quando va fatta

La mammografia è la radiografia al seno che va fatta ogni due anni per screening dopo i 50 anni.

Cos'è la mammografia

La mammografia è un esame radiografico con il quale ci si accerta della presenza di eventuali formazioni tumorali o cisti. Si tratta di una vera e propria radiografia fatta al seno con una bassa dose di raggi x; il seno viene compresso tra due lastre in modo che il tessuto possa essere meno spesso per consentire alla macchina di aumentare la qualità dell'immagine.

La mammografia è un esame che viene effettuato quasi esclusivamente sulle donne, anche se gli uomini possono sviluppare il carcinoma alla mammella. Questa possibilità è comunque molto rara e per questo non viene contemplato l'impiego della mammografia sugli uomini.

La mammografia viene fatta di solito dopo che la palpazione della mammella indica la possibile presenza di un nodulo o in ogni caso in cui ci sia il bisogno di un approfondimento diagnostico. In molti paesi la mammografia viene effettuata come screening periodico, per prevenire l'eventuale comparsa di malattie. In Italia la mammografia viene offerta gratuitamente alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni.

La mammografia non ha particolari controindicazioni, ma la sua efficacia nell'individuare eventuali problemi può essere messa in discussione quando si tratta di sottoporre ad esame donne giovani al di sotto dei 40 anni. La maggior densità media del tessuto del seno di una donna di giovane età può rendere difficoltosa l'individuazione di eventuali noduli e in tal caso è preferibile l'ecografia.

La mammografia non richiede particolari preparazioni, non comporta alcun dolore o fastidio, né rischi di alcun tipo, se non quelli legati all'esposizione dell'organismo ai raggi x. Tuttavia si tratta di un'esposizione minima e molto breve: l'esame dura meno di 10 minuti solitamente.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail