Che cos'è la sindrome di Bouveret

La sindrome di Bouveret e la sindrome di Bouveret-Hoffmann sono due patologie differente, la prima riguarda una forma grave di calcolo biliare, la seconda è uno scompenso cardiaco.

Calcoli biliari, la dieta

La Sindrome di Bouveret è un’ occlusione del duodeno dovuta alla presenza di un grosso calcolo biliare giunto in seguito alla perforazione della colecisti nell'intestino. È infatti dovuta alla migrazione di un calcolo attraverso una fistola colecisto-bulbare, molto più raramente colecisto - gastrica. La sintomatologia può causare un senso di peso doloroso, vomito saltuario alimentare o biliare, a volte anche ematico.

Non va confusa con la sindrome di Bouveret-Hoffmann, che invece è una forma di tachicardia improvvisa (fino a 160-200 pulsazioni al minuto), non legata a patologia cardiache. La tolleranza della crisi è in genere buona, ma a essa si possono associare senso di malessere, affanno, dolore toracico o ipotensione arteriosa. La crisi spesso si interrompe suscitando un riflesso vagale che rallenta il ritmo cardiaco.

Nel primo caso il trattamento dovrà essere chirurgico, nel secondo invece si può ricorrere all’iniezione endovena di adenosina-trifosfato per sedare la crisi mentre in seguito può essere prescritto un trattamento preventivo antiaritmico.

  • shares
  • Mail