Eritrasma: segni, sintomi e cure

L'eritrasma è infezione dermatologica che si manifesta con macchie scure, che tendono a desquamarsi e a provocare prurito.

young doctors examines blood tube in laboratory

L'eritrasma è infezione dermatologica causata dal Corynebacterium minutissimum, un batterio facente parte della flora batterica autoctona. Di solito le zone più colpite sono l’inguine e le regioni interdigitali.

Quali sono i sintomi? I segni iniziali sono macchie scure, di colore bruno-rossastro, accompagnate dalla comparsa sulla pelle di scaglie fini che le conferiscono un aspetto squamoso. In un secondo momento subentra un forte prurito, che potrebbe rendere intollerabile la malattia.

Sono predisposte alla malattia le persone che soffrono di forte sudorazione, sono obese, soffrono di diabete mellito, sono immuno-compromesse o hanno una particolare sensibilità della barriera cutanea. Inoltre favorisce l’eritrasma il clima caldo, la scarsa igiene e l’avanzare dell’età.

La diagnosi dell’ eritrasma avviene attraverso la lampada di Wood, che rivela una fluorescenza rosso corallo. Può essere poi necessario una coltura microbiologica (per ricercare i gram positivi) e un esame istologico. Il trattamento per l'eritrasma avviene tramite una terapia antibiotica e il recupero è completo. Ovviamente, è molto importante fare attenzione alla prevenzione e quindi cercare di rispettare le principali norme igieniche.

Via | Pazienti

  • shares
  • Mail