Come togliere le zecche nell'uomo

Se notate di avere una zecca sul corpo, come si può eliminare? Ecco la procedura corretta:

Tick - parasitic arachnid blood-sucking carrier of various diseases on a human skin

In questi giorni è allarme zecche, a causa della meningite provocata dal morso di questo insetto che sta causando vittime. Le zecche sono artropodi, appartenenti all’ordine degli Ixodidi compreso nella classe degli Arachnidi, la stessa di ragni, acari e scorpioni, e si tratta di parassiti esterni, di grandezza massima di un centimetro. Come si possono togliere dall’uomo? Ecco i consigli dell’Istituto Nazionale di Sanità:


  • La zecca deve essere afferrata con una pinzetta a punte sottili, il più possibile vicino alla superficie della pelle, e rimossa tirando dolcemente cercando di imprimere un leggero movimento di rotazione.

  • Attualmente si possono trovare in commercio degli specifici estrattori che permettono di rimuovere la zecca con un movimento rotatorio.
  • Durante la rimozione bisogna prestare la massima attenzione a non schiacciare il corpo della zecca, per evitare il rigurgito che aumenterebbe la possibilità di trasmissione di agenti patogeni.
  • Disinfettare la cute prima e dopo la rimozione della zecca con un disinfettante non colorato. Dopo l’estrazione della zecca sono indicate la disinfezione della zona (evitando i disinfettanti che colorano la cute, come la tintura di iodio)
  • Evitare di toccare a mani nude la zecca nel tentativo di rimuoverla, le mani devono essere protette (con guanti) e poi lavate.
  • Spesso il rostro rimane all’interno della cute: in questo caso deve essere estratto con un ago sterile
  • Distruggere la zecca, possibilmente bruciandola

  • Dopo la rimozione effettuare la profilassi antitetanica
  • Annotare la data di rimozione e osservare la comparsa di eventuali segni di infezione nei successivi 30-40 giorni per individuare la comparsa di eventuali segni e sintomi di infezione rivolgersi al proprio medico curante nel caso si noti un alone rossastro che tende ad allargarsi oppure febbre, mal di testa, debolezza, dolori alle articolazioni, ingrossamento dei linfonodi.

Non utilizzare mai per rimuovere la zecca: alcol, benzina, acetone, trielina, ammoniaca, olio o grassi, né oggetti arroventati, fiammiferi o sigarette per evitare che la sofferenza indotta possa provocare il rigurgito di materiale infetto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail