Microchip per la vista artificiale: al San Raffaele di Milano si cerca volontario per il primo intervento

Una vista totalmente artificiale. E’ questo il futuro per le persone affette cecità, che potranno tornare a vedere grazie a microchip.

Collirio per gli occhi, come applicare

Un microchip in grado di restituire la vista a un paziente affetto da cecità. A sviluppare questo dispositivo è un centro italiano, l'Unità di oculistica e oftalmologia del San Raffaele di Milano: gli esperti cercano un volontario per il primo intervento.

"È destinato a persone che hanno perso la vista durante l'età adulta a causa di alcune gravi malattie ereditarie, come la retinite pigmentosa, e può ripristinare la percezione della luce e delle forme di oggetti e persone circostanti. Si tratta del sistema di visione artificiale in assoluto più evoluto al mondo, che può restituire al paziente una visione indipendente da supporti esterni come telecamere o occhiali".

Racconta Marco Codenotti, responsabile della Chirurgia vitreo-retinica del San Raffaele:

Il primo intervento sarà effettuato non appena si concluderà l'iter di selezione dei pazienti candidati.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail