BioUpper, la piattaforma per sostenere idee d'impresa nel campo delle scienze della vita

BioUpper: la piattaforma per sostenere le nuove idee di impresa nel campo delle scienze della vita.

BioUpper torna dopo il successo della prima edizione: un'iniziativa, promossa da Novartis Italia e da Fondazione Cariplo, insieme a PoliHub, incubatore della Fondazione Politecnico di Milano, e Humanitas, gruppo ospedaliero e struttura di ricerca all'avanguardia. BioUpper è la prima piattaforma italiana che si occupa di training e accelerazione per sostenere le nuove idee d'impresa nel campo delle scienze della vita.

L'iniziativa vuole valorizzare e premiare i migliori progetti in quest’ambito, per aiutare a concretizzare valide idee imprenditoriali, partecipando così allo sviluppo economico del Paese. Il progetto si rivolge a giovani talenti a cui sono offerti programmi di formazione, accelerazione e accesso a risorse, strutture, e relazioni in ambito medico scientifico.

BioUpper

L'anno scorso sono state raccolte in soli cinquanta giorni quasi 120 candidature da tutta l’Italia. Quest'anno il progetto torna con la sua seconda edizione, non priva di novità per migliorare ancora di più l'iniziativa: è stato esteso il periodo di raccolta delle candidature, come anche la durata del programma di accelerazione (da 6 a 10 settimane), sono stati ridefiniti i criteri di ammissibilità, senza dimenticare la nuova partnership con Hacking Health, movimento internazionale che si occupa di innovazione nel mondo della salute.

Tutti i progetti raccolti vengono esaminati da una giuria composta da rappresentanti di Novartis, Fondazione Cariplo, PoliHub, esponenti della startup community e dei fondi di venture capital, come anche rappresentanti istituzionali.

Dopo la fase di raccolta delle candidature saranno selezionati 20 progetti che avranno accesso a 6 giorni di training week (12-17 dicembre), i migliori 10 poi parteciperanno alla fase successiva, l’acceleration program (26 gennaio – 6 aprile, 2017). A termine del programma, i tre migliori progetti riceveranno un voucher di 50mila euro ciascuno per accedere ad altre consulenze e altri servizi per poter sviluppare la propria idea imprenditoriale.

Gli ambiti di applicazione sono: le biotecnologie orientate alle scienze mediche, gli strumenti digitali al servizio della salute e i dispositivi medicali, i servizi orientati al paziente o alla sanità.

Possono partecipare i progetti di impresa non ancora costituiti in forma giuridica o costituiti in forma giuridica da non oltre 12 mesi. I soggetti sono aspiranti imprenditori, da soli o in team (devono essere composti da almeno una persona), di maggiore età che appartengono alle seguenti categorie:


    Lavoratori dipendenti, collaboratori e liberi professionisti provenienti dal mondo dell’impresa e della Pubblica Amministrazione;

    Diplomati degli istituti primari, secondari e superiori;

    Studenti universitari, professori, laureati, dottorandi, ricercatori e assegnisti di ricerca.

Se siete interessati, basterà inviare la domanda di partecipazione compilando l'application form disponibile sul sito www.bioupper.com, dal 21 giugno al 30 settembre 2016: quello che occorre è una descrizione della vostra idea con i relativi allegati tecnici e videopitch, più i curricula vitae dei proponenti del progetto.

Iniziativa in collaborazione con Novartis Italia