Mal di montagna: i sintomi e i rimedi naturali

Come si affronta il mal di montagna e quali sono i sintomi tipici di questo disturbo?

Woman Sitting on Rock Looking at View

Non esiste solo il mal di mare. È molto comune anche il mal di montagna e si manifesta quando ci si trova ad alta quota. Può capitare che il nostro organismo non riesca ad adattarsi alle altitudini. È frequente oltre i 3.500 metri, ma le persone più sensibili possono avere i primi problemi già oltre i 2.000 metri. Questo disturbo spesso si manifesta se l’ascensione è molto veloce (pensiamo a una funivia) e non si dà al fisico il tempo di abituarsi gradualmente.

Quali sono i sintomi associati al mal di montagna? Proprio come il mal di mare, questo problema è legato a fatica, vertigini e nausea. Si può manifestare anche con senso di stordimento, irritabilità, perdita di appetito e insonnia. Nei casi più seri ci possono essere complicanze respiratorie, edema polmonare e cerebrale.

Come comportarsi se si è in alta quota e non ci si sente bene? La prima cosa è scendere. Bastano anche poche centinaia di metri per ritrovare il benessere. Si consiglia inoltre di avvisare un medico e di farsi controllare magari da una guardia medica. La cosa più importante è non proseguire la salita, potrebbe essere rischioso. In montagna non si scherza e bisogna evitare di mettere in pericolo sé e gli altri.

Ci sono dei rimedi naturali? Sicuramente se il disturbo è lieve, potrebbe far bene masticare dello zenzero, bere un po’ di acqua e zucchero (l’idratazione è sempre fondamentale) e magari fermarsi a riposare un po’ per dare il tempo al corpo di adattarsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail