Mal di testa in crescita, si sperimenta un anticorpo per la terapia

Le notizie da Perugia

mal di testa anticorpo

Il numero delle vittime del mal di testa è in crescita. Ad affermarlo in occasione di un incontro con i neurologi dell'ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia organizzato nella Settimana della Salute della Donna è stata la responsabile del Centro Cefalee, Paola Sarchielli.

Al nostro centro afferiscono annualmente 2300 i pazienti

ha spiegato Sarchielli.

Tra gli altri un fattori di rischio importante e il sovrappeso, diretta conseguenza della cronicità del dolore. Nelle terapie che proponiamo ai pazienti c’è anche il consiglio di svolgere attività fisica. Le donne sono maggiormente colpite dalla cefalea, oramai è stabile il rapporto di 2-1 con il sesso maschile.

Il Centro Cefalee è attualmente coinvolto in una ricerca multicentrica sull'uso di un anticorpo monoclonale contro un neurotrasmettitore responsabile degli attacchi di emicrania, identificato dall'acronimo GRP.

Al momento a Perugia abbiamo in cura 15 pazienti, dieci dei quali sono donne che usufruiscono di una terapia sperimentale perché emicranici cronici e refrattari alle altre terapie.

Via | Azienda Ospedaliera di Perugia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail