Un antivirale per combattere tutti i virus

Lo hanno progettato ricercatori italiani

virus

In uno studio pubblicato su Pnas un gruppo di ricercatori dell'Università di Siena e del CNR di Pavia ha individuato il prototipo di un possibile antivirale universale per combattere tutti i virus. Il suo bersaglio è DDX3, proteina umana utilizzata da questi microbi per infettare e replicarsi.

I ricercatori hanno progettato e sintetizzato un'intera famiglia di composti che possono ad esempio colpire l'HIV e i virus dell'epatite C, della febbre Dengue e del Nilo Occidentale. Uno studio preliminare ha dimostrato che non sono tossici per i ratti.

Il potenziale di questi composti è enorme e potrebbe trovare applicazione nel trattamento dei pazienti immunodepressi che spesso sono soggetti ad altre infezioni virali, come nel caso dei pazienti HIV/HCV coinfetti

spiega Maurizio Botta, direttore dello studio.

Inoltre, l’ampio spettro antivirale che caratterizza i composti potrebbe rappresentare una valida soluzione anche per il trattamento dei nuovi virus emergenti che si stanno diffondendo in maniera sempre più frequente ed estesa col fenomeno della globalizzazione, e per i quali non è spesso nota una cura efficace.

Via | Comunicato stampa
Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail