Cancro allo stomaco, alcol e carni trasformate aumentano il rischio

Bere alcol, mangiare carni lavorate ed essere in sovrappeso aumenta il rischio di sviluppare tumori dello stomaco. Ecco cosa ne pensano gli esperti.

Cancro allo stomaco carne

Il rischio di cancro allo stomaco aumenta sensibilmente se si beve troppo alcol, si mangiano carni lavorate e se si è in sovrappeso. Questo è quanto sottolineano i membri dell’American Institute for Cancer Research e del World Cancer Research Fund, secondo cui, sebbene studi precedenti abbiano suggerito che il fumo è responsabile dell’11% dei casi di cancro allo stomaco nel mondo, anche altri fattori vanno tenuti sotto stretto controllo. L'attuale studio mette infatti in evidenza l'impatto di alcuni fattori dello stile di vita sul rischio di sviluppare il cancro allo stomaco.

Lo studio ha preso in esame 89 meta-analisi e i dati relativi a 17,5 milioni di adulti, 77.000 dei quali avevano un tumore allo stomaco. Gli autori hanno constatato che certi fattori aumentano effettivamente il rischio di sviluppare il cancro allo stomaco.
In particolar modo, tra i fattori di rischio vi sono:

  • Bere tre o più bevande alcoliche al giorno
  • Mangiare cibi conservati
  • Consumare carni lavorate, come il prosciutto, pancetta, salame, hot dog e salsicce


  • Avere un indice di massa corporea (BMI) alto (sovrappeso o obeso). Il rischio sembra aumentare del 23% per ogni cinque unità di BMI, ed in generale, il grasso corporeo in eccesso è associato a 11 tipi di cancro.
  • Mangiare carne e pesce cotti alla griglia o alla brace.

via | MedicalNewsToday

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail