Cos'è il carcinoma basocellulare: le cause, i sintomi e le cure

Scopriamo insieme che cos'è il carcinoma basocellulare: ecco quali sono i sintomi, quali le cause e quali le possibili cure.

Il carcinoma basocellulare, insieme al carcinoma spinocellulare, è uno dei più comuni tumori a carico della pelle: entrambi i tipi di cancro colpiscono i cheratinociti, le cellule più numerose presenti sulla pelle, ma mentre il secondo colpisce i cheratinociti dello streato più esterno, il primo colpisce quelli dello stato più profondo. Si tratta di tumori diversi dai melanomi, che, invece, hanno origine nei melanociti, le cellule che producono melanina.

Si tratta di tumori molto diffusi, che si sviluppano soprattutto nelle parti del corpo più esposte al sole, come viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, dorso, spalle: i fattori di rischio principali sono i raggi ultravioletti di sole, lettini e lampade solari, ma anche il contatto con l'arsenico, l'esposizione a radiazioni ionizzanti, anomalie genetiche, insufficienza del sistema immunitario, fumo e trattamenti per la psoriasi, oltre che la pelle chiare e l'età avanzata.

Scottature solari

Quali sono i sintomi? Nelle fasi iniziali sono davvero molto rari, ma in stadio avanzato e quando diventano più grandi possono sanguinare, provocare prurito e dolore. Altri segnali sono la comparsa di lesioni o macchie sulla pelle: i carcinomi basocellulari appaiono come piccoli noduli di tipo perlaceo o come chiazze rosa che aumentano di dimensione.

Per prevenire questi tipi di tumore, bisogna proteggersi dai raggi ultravioletti, con le creme giuste e indossando cappello e occhiali scuri. Bisognerebbe anche evitare il contatto con sostanze chimiche ed effettuare dei controlli periodici della pelle.

Come si cura il carcinoma basocellulare? Se trattato nelle fasi iniziali, guariscono nella quasi totalità e spesso possono essere curati con chirurgia o trattamenti di tipo locale. L'intervento è la prima scelta, mentre la crioterapia o le terapie locali a base di farmaci chemioterapici possono essere una seconda scelta. La chemioterapia è utile se il carcinoma ha raggiunto i linfonodi.

Via | Airc

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail