Salute, creato il tatto bionico con un polpastrello artificiale

E’ stato da poco sperimentato il "tatto artificiale", grazie al quale una persona amputata è riuscita a percepire chiaramente una superficie ruvida.

Salute - E’ un importante passo avanti quello fatto dai membri della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e del Politecnico di Losanna, in Svizzera, che insieme sono riusciti a creare il “tatto bionico”, mediante un polpastrello artificiale che, dopo essere stato collegato a degli elettrodi impiantati nel braccio di un paziente amputato, ha permesso al soggetto di percepire una superficie ruvida, e di identificare anche i più piccoli avvallamenti di tale superficie.

Quella nata dalla collaborazione fra l’Italia e la Svizzera è una ricerca molto vasta, che vede coinvolte anche l’università di Pisa, l’Istituto San Raffaele Pisana, il Campus Biomedico e l’Università Cattolica di Roma.

Silvestro Micera, membro della Scuola Superiore Sant’Anna e del Politecnico di Losanna, spiega che il prossimo obiettivo sarà adesso quello di sperimentare il polpastrello bionico su un campione di persone, per un periodo andrà dai 9 ai 12 mesi.

A sperimentare per la prima volta questo polpastrello bionico è stato il danese Dennis Aabo Sørensen, che durante i test, nel 96% dei casi è riuscito a distinguere le superfici ruvide da quelle lisce. Mediante elettroenecefalogramma si è poi constatato che sia nel soggetto amputato che nelle persone non amputate a cui è stato sottoposto lo stesso test, si sarebbero attivate le stesse regioni del cervello. Questo tipo di tecnologia sarà utilissimo per accelerare il processo di sviluppo di protesi che abbiano delle capacità sensoriali tattili.

Dito bionico

Percepivo la stimolazione quasi come quella che avrei potuto sentire con la mia mano.

spiega Sørensen

Con il dito artificiale ho sentito le sensazioni sulla punta del dito indice della mia mano fantasma.

Tatto artificiale

via | Ansa

Foto | da Santannapisa.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail