Malattia di Bowen: sintomi, cause e cure

Quali sono i sintomi, le cause e le cure della malattia di Bowen? Ecco tutto quello che c'è da sapere su questa sindrome.

malattia di Bowen

La malattia di Bowen è considerata uno stadio precoce di carcinoma spinocellulare, tumore maligno delle cellule del Malpighi: la patologia si manifesta in seguito a una non corretta esposizione al sole, ma può essere provocata anche dall'esposizione all'arsenico. Altre cause possono essere la predisposizione genetica, traumi di varia natura e anche esposizione alle radiazioni. Anche il Papillomavirus umano (HPV) può provocare una forma di questa malattia, colpendo i genitali. In questo caso, si parla di papulosi bowenoide.

La malattia di Bowen, che colpisce maggiormente le persone anziane, si presenta con macchie squamose, che non vanno via, e che sono di un colore rosso-bruno. I sintomi possono sembrare quelli tipici della psoriasi o di un eczema. La malattia può apparire sulla pelle, quella maggiormente esposta al sole, ma anche sui genitali e sulle membrane mucose di naso e bocca. Le lesioni possono essere singole o multiple.

La malattia di Bowen deve essere curata il prima possibile, per evitare che possano intaccare le strutture sottostanti più profonde. Per fortuna le lesioni, di solito ben definite, sono facilmente diagnosticabili, così da attuare le cure per poter trattare le macchie squamose.

La malattia di Bowen può essere curata con una terapia localizzata: tra i trattamenti possiamo citare l'escissione, crioterapia o il 5-fluorouracil topico. Il paziente deve essere seguito costantemente nel tempo, per poter scongiurare un'evoluzione tumorale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail