Amartoma ipotalamico, che cos'è e come si cura

L’amartoma è una malformazione benigna, simile a un tumore, che nel cervello può provocare crisi epilettiche.

Mal di testa

L’amartoma ipotalamico è una malformazione congenita, spesso associata a sindromi epilettiche con esordio infantile e potenziale evoluzione verso forme di encefalopatia epilettica, refrattarie al trattamento farmacologico e associate a declino cognitivo e disturbi comportamentali.

È simile a una forma tumorale benigna. La differenza sta nella somiglianza strutturale al tessuto di appartenenza. Purtroppo non è possibile a livello clinico vederne la differenza, quindi il più delle volte viene diagnosticato come tumore e asportati chirurgicamente. Gli amartomi di piccole dimensioni sono solitamente asintomatici e scoperti casualmente durante indagini effettuate per altri scopi. Raramente sono voluminosi e provocano sintomi da compressione.

Se l’amartoma sorge nell’ipotalamo probabilmente potrà essere rimosso solo se non è troppo vicino al nervo ottico che altrimenti potrebbe essere compromesso. Tra i sintomi, oltre all’epilessia, ci sono delle risate convulsive, le vampate di calore, la tachicardia, l’aggressività, la pubertà precoce e la difficoltà a instaurare interazioni sociali.

La sindrome dell’amartoma ipotalamico congenito, invece, consiste in una patologia ancor più complessa: oltre a questa forma benigna che colpisce il cervello sono associate della malformazioni cranio-facciali, scheletriche e viscerali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail