Listeriosi, bloccata produzione in salumificio nelle Marche

Le autorità hanno disposto la sospensione delle produzioni

listeriosi salumificio

I casi di listeriosi umana, alcuni dei quali fatali, registrati la scorsa estate in Umbria e nelle Marche, potrebbero essere associate alla contaminazione da parte del patogeno Listeria monocytogenes di prodotti provenienti da un salumificio della provincia di Ancona. A comunicarlo è il Ministero della Salute, che spiega che i sospetti nati in seguito alle analisi condotte su un campione di un alimento sospetto hanno portato ad accertare la contaminazione del prodotto “Coppa di Testa” del Salumificio Monsano srl, sito in via Toscana n.27, Monsano (AN) (CE IT 1523 L).

Le categorie a rischio

I decessi a causa di listeriosi umana registrati la scorsa estate riguardano pazienti anziani (77 e 78 anni) affetti da patologie croniche. Dal Ministero ricordano le categorie a rischio: "persone immunodepresse, malati di cancro, diabete, Aids, persone anziane, neonati e donne in gravidanza".

In particolare, a risultare contaminato è stato il lotto n. 51209 con scadenza 09/01/2016. Il Ministero invita però i consumatori a non consumare nessun prodotto della suddetta ditta; la raccomandazione, a puro scopo precauzionale, si basa sulla capacità di Listeria monocytogenes di contaminare l'ambiente circostante.

Per lo stesso motivo le autorità competenti hanno ordinato la sospensione delle produzioni e il blocco della vendita di tutti i prodotti del salumificio.

Via | Ministero della Salute

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail