Cancro, nel 90% dei casi ci si ammala a causa dello stile di vita errato

Una nuova ricerca americana ha dimostra che il 70-90% dei casi il tumore è collegato a fattori esterni evitabili.

Doctor holding roentgen film and woman on pink bra

Ci sono dei fattori che influenzano l’insorgere del tumore: famigliarità e stile di vita hanno sempre avuto un ruolo importante, ma non fondamentale. Secondo uno studio della Stony Brook University di New York, pubblicato dalla rivista Nature, invece, la maggior parte dei casi di cancro (ovvero il 90%) sarebbe riconducibile a fattori esterni evitabili, come sostanze tossiche, radiazioni o uno stile di vita scorretto. Yusuf Hannun, ricercatore alla Stony Brook University, ha così commentato:

I fattori ambientali hanno un ruolo importante e le persone non possono nascondersi dietro la sfortuna. Non possono fumare e poi dire che si sono ammalati per sfortuna. E' come giocare alla roulette russa, c'è sempre una pallottola in canna che può ucciderci. Un fumatore mette altre due o tre pallottole nel revolver. Poi preme il grilletto. C'è un elemento casuale, dato che non tutti i fumatori sviluppano un cancro, ma le probabilità sono a loro sfavore.

Secondo l’esperto il 70-90% dei casi il tumore è collegato a fattori esterni evitabili, mentre solo nel 10-30% è dovuto al naturale funzionamento del corpo o alla fortuna.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail