Dermatomiosite giovanile: sintomi, diagnosi e cura

La dermatomiosite giovanile è una malattia che colpisce i bambini ed è di carattere autoimmune.

Inflammation of skin

La dermatomiosite giovanile è una malattia autoimmune causata da una reazione anomala del sistema immunitario, che causa un’infiammazione dei piccoli vasi sanguigni e dei muscoli. È una malattia abbastanza rara, ma molto invalidante. Mediamente colpisce 3 bambini su un milione e sono soprattutto femminile. L’esordio è intorno ai 6-7 anni con un secondo picco intorno ai 10 anni nelle bambine. Quanto dura? La durata è variabile e non prevedibile al momento della diagnosi.

Non è una patologia contagiosa. Quali sono i sintomi? Sicuramente il sintomo più comune è una stanchezza e un senso di fatica, che arriva a mobilitare il bambino, tutto questo associato da dolore muscolare e alle articolazioni. Ci sono spesso manifestazioni cutanee, caratterizzate da eritemi rossi, spesso con croste, principalmente sulle ginocchia, caviglia e gomiti. Il rossore compare anche sulle guance ed è accompagnato da gonfiore intorno agli occhi.

Se la malattia è molto lunga, il calcio può depositarsi sotto la pelle, creando dei noduli duri che potrebbero ulcerarsi secondariamente. La diagnosi non è sempre facilissima, perché spesso può essere confusa con altre malattie autoimmuni, quali il lupus o l’ Artrite Idiopatica Giovanile. Sono importanti esami diagnostici quali una risonanza, l’elettrocardiogramma, le radiografie, gli esami completi del sangue e per gli Antinucleari anticorpi.

Come si cura? Al Glaslini di Genova è stata scoperta una nuova terapia. I trattamenti sono farmacologici finchè la malattia non va in remissione: se la malattia non viene trattata può causa danni a lungo termini molto gravi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail