La vescica iperattiva: sintomi, cause e cure

Quello della "vescica iperattiva" è un problema che può interessare sia le donne che gli uomini. Ecco quali sono i sintomi e qual è il trattamento più indicato.

La vescica iperattiva

La vescica iperattiva è un disturbo molto fastidioso e imbarazzante, un disturbo che comporta la seria difficoltà, da parte del paziente, di riuscire controllare il suo bisogno di urinare. Tale disturbo si presenta in assenza di infezioni o di altre malattie che interessano il tratto urinario, e può comportare il bisogno di urinare in momenti anche poco opportuni. Il disturbo può inoltre portare ad un problema di incontinenza urinaria, per cui il paziente potrebbe non riuscire a trattenere l’urina in tempo per arrivare in bagno.

Le cause della vescica iperattiva possono essere molteplici, come l’utilizzo di alcuni tipi di farmaci, la presenza di problemi all’innervazione della vescica, calcoli vescicali, o anche malattie neurologiche e così via. Non sempre è possibile stabilire l’esatta causa del disturbo. In generale, il problema è collegato a un’anomala e incontrollata contrazione del muscolo liscio che circonda la vescica, che provoca appunto l’urgente bisogno di andare in bagno.

Oltre all’incontrollabile urgenza di urinare, fra i sintomi della vescica iperattiva va segnalata anche una maggiore frequenza della minzione e – come abbiamo detto – il rischio di incontinenza urinaria.

Dopo aver effettuato la diagnosi (che sarà eseguita mediante diversi esami ed analizzando l’anamnesi del paziente), il medico specialista potrà consigliare un trattamento adeguato in base alla vostra specifica condizione. I trattamenti per la vescica iperattiva consisteranno in primo luogo nella rimozione delle cause che lo hanno determinato. Il medico potrà inoltre optare per la somministrazione di farmaci, per una terapia volta all’addestramento della vescica e allo svuotamento cronometrato, o ancora per il trattamento chirurgico.

via | Studiourologicogallo.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail