Giovani medici a scuola di empatia, i corsi a Milano

A Milano si terranno dei corsi per giovani dottori per insegnare empatia e umanità nella professione medica.

Giovani medici a scuola di empatia e umanità nella propria professione. E' quello che succederà al Dipartimento di Oncologia dell'Università Statale di Milano, dove il rapporto con il paziente diventa una materia di esame. Il 2 dicembre, alla Facoltà di Medicina dell'Università Statale, si parlerà di medicina della persona e si insegnerà agli aspiranti medici come instaurare un rapporto con il malato, per comprenderlo e curarlo meglio.

Gabriella Pravettoni, insegnante di Psicologia dei Processi Decisionali dell'Università degli studi e direttore dell'unità di Psicologia dello Ieo, spiega:

Un buon medico non deve solo fare diagnosi corrette e indicare le cure giuste. Deve anche saper parlare ai pazienti, capire la sofferenza e avere la capacità di ascoltare.

L'obiettivo è proprio quello di formare una nuova generazione di dottori e di oncologi che oltre alle competenze professionali possano anche ascoltare il paziente e relazionarsi con lui e non solo dal punto di vista medico. Gli studi, infatti, indicano che un rapporto empatico tra medico e paziente rende più efficaci le cure in caso di malattie del cuore, di dolore cronico, di diabete. Ma sono ancora pochi i dottori che ascoltano davvero i pazienti.

mielodisplasie

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail