Idoneità sportiva, la visita svela ECG anomalo, miopia e varicocele

Ecco i problemi diagnosticati a chi pratica sport

sindrome metabolica
“La valutazione e certificazione di idoneità sportiva rappresenta il primo ed unico screening, in chiave di prevenzione della salute, della nostra popolazione”. A sottolinearlo è Maurizio Casasco, presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI), in occasione della diffusione dei dati raccolti all’interno del Progetto FMSI, che coinvolgendo oltre 23 mila sportivi ha fotografato lo stato di salute di chi pratica uno sport.

Ne è emerso che nel 16% dei casi gli sportivi presenta un ECG anomalo. Fra i problemi individuati è inclusa l’insufficienza coronarica, fattore di rischio per chi pratica sport impegnativi.



Quelli di cuore non sono però gli unici problemi degli sportivi. Alla prima visita, infatti, il 12% degli atleti presenta un visus inferiore a 8/10, con problemi di miopia. Inoltre, sono stati evidenziati numerosi casi di varicocele grave (che colpisce il 13% degli atleti minorenni).

Confermate, infine, le patologie della colonna vertebrale (la scoliosi colpisce il 10% dei più giovani) e una riduzione parziale della capacità respiratoria a causa di allergie ad ogni età (16%).

Via | Comunicato stampa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail