Dolore, le visioni in punto di morte portano conforto

La prova in uno studio scientifico

visioni morte
Avere visioni in punto di morte è un fenomeno piuttosto comune che spesso viene gestito dai medici come un problema da tenere sotto controllo. In uno studio pubblicato sul Journal of Palliative Medicine un gruppo di ricercatori guidati da James Donnelly, esperto del Canisius College di Buffalo (Usa), sono però giunti alla conclusione che sogni e allucinazioni pre-morte hanno un importante significato emotivo e possono rappresentare un conforto per il paziente.

Questo studio

spiega Donnelly

dimostra che sogni e visioni in punto di morte sono un’esperienza diffusa e che sono caratterizzati da uno schema realistico e significativo dal punto di vista emotivo.

Come spiegano i ricercatori

durante uno stato di delirio, una persona perde la sua connessione con la realtà e la capacità di comunicare razionalmente. Il delirio è angosciante e pericoloso, e deve essere trattato con i medicinali, Al contrario, il nostro studio dimostra che i sogni e le visioni in punto di morte sono tipicamente confortanti, realistici, e spesso sono fortemente significativi, evidenziano una differenza critica [tra il delirio e sogni o visioni].

Via | Newswise

  • shares
  • Mail