Che cos'è il linfonodo sentinella?

Per la terapia del tumore al seno e del melanoma è fondamentale rintracciare il linfonodo sentinella.

Nella ricerca e nella diagnosi del tumore il linfonodo sentinella è fondamentale. Esattamente che cos’è? È il primo linfonodo che drena l’area cutanea e corrisponde alla sede del tumore, dove potenzialmente sono contenute eventuali metastasi. La ricerca di questo linfonodo è fondamentale nella cura del melanoma e del tumore al seno.

Come si può individuare il sentinella? Attraverso di un esame noto come linfoscintigrafia. Si tratta di un esame non invasivo e al tempo stesso abbastanza complesso. Si somministrare per via cutanea un radiofarmaco debolmente radioattivo, questo farmaco attraverso il sistema linfatico viaggerà per il corpo e si fermerà al primo linfonodo interessato. Dopo la somministrazione, il paziente dovrà attendere qualche minuto, poi sarà fatto accomodare sul lettino della linfoscintigrafia: il macchinario per mette al medico nucleare di verificare la funzionalità del sistema linfatico, che sui monitor apparirà come un cielo stellato.

Una volta rintracciato, il medico farà dei segni sulla pelle (presumibilmente con pennarello) in corrispondenza del linfonodo, che verrà poi rimosso chirurgicamente. Successivamente il tessuto sarà valutato dall’anatomopatologo che ricercherà le metastasi o le micrometastasi. In caso di positività si dovrà pulire la zona interessata, rimuovendo un maggior numero di linfonodi interessati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail